Videosorveglianza: completato il sistema di lettura targhe

Sono state posizionate tre nuove telecamere per l’implementazione del sistema di videosorveglianza a Casatenovo: una postazione in via S. Francesco, verso la località Porrinetti, e due a Valaperta (verso Usmate e verso Lomagna). L’obiettivo - condiviso con i Carabinieri - è quello di chiudere gli ultimi varchi in entrata/uscita da Casatenovo, in particolare per la questione relativa alla sicurezza ed alle indagini sui furti nelle abitazioni.

Quello della videosorveglia e dell’integrazione, tra aspetti amministrativi e relativi alla sicurezza, è un tema discusso anche nel Comitato provinciale "Ordine e Sicurezza" e sui cui c’è grande attenzione da parte di Arma dei Carabinieri, Questura e Prefettura. Con questo ulteriore passo avanti noi cerchiamo di fare la nostra parte.

Ora, infatti, tutti i veicoli in entrata ed uscita da Casatenovo verranno registrati con il sistema di lettura targhe, queste informazioni potranno essere inoltre integrate con i database del Ministero dei Trasporti e messe a disposizione delle Forze dell’ordine. La copertura di queste tre strade consente infatti di non avere più varchi scoperti.

L’impegno di spesa è stato di circa 21.000 € e le tre nuove telecamere si vanno ad aggiungere alla dotazione già consistente del nostro Comune: 22 telcamere di videosorveglianza e 9 telecamere di lettura targhe.

Dario Brambilla - Assessore al Bilancio

Prosegue il programma di efficientamento energetico comunale

E’ stata completata la procedura per l’affidamento dei lavori di sostituzione dei punti luce in via Monteregio e Volta. L’illuminazione pubblica verrà sostituita con dispositivi a LED, a basso consumo. L’importo dei lavori, a seguito della procedura negoziata indetta dal Comune, è di 26.000 euro circa. Si tratta di 38 punti luce su via Monteregio e 19 su via Volta. L’obiettivo è di migliorare l’illuminazione delle strade e di ottenere ulteriori risparmi sul consumo di energia.

Le nuove lampade avranno una potenza di 91 W (che scendono a 59 per quelle che verranno posizionate in area parcheggio), contro gli oltre 150 W delle attuali lampade a vapori di sodio. L’iniziativa consente di proseguire quanto fatto negli ultimi anni d’intesa con Enel sole e la sostituzione di alcune centinaia punti luce in Casatenovo.

Campofiorenzo cardioprotetta

Sta proseguendo il Progetto “Casatenovo cardioprotetta”, che lo scorso anno avevamo avviato d’intesa con l’Associazione “Brianzaperilcuore”.

Dopo le precedenti installazioni, nelle ultime settimane è stata dotata di defibrillatore e colonnina la frazione di Campofiorenzo, in prossimità della Chiesa e dell’Oratorio. La logica è sempre quella di posizionare questi dispositivi in luoghi accessibili e frequentati, in prossimità di strutture sportive; in relazione al fatto che le società sportive, anche dilettantistiche, sono comunque tenute ad esserne dotate.

Questo progetto ha già beneficiato di diversi contributi da parte di associazioni e imprese ed anche grazie a nuovi finanziamenti e donazioni procederemo collocando una colonnina per esterni alla palestra di via Volta (dove il defibrillatore è già presente). Stiamo inoltre ragionando con il GSO San Giorgio e la Croce Rossa per dotare di questi dispositivi anche le società sportive e gli oratori delle altre frazioni, dove in alcuni casi sono già stati acquistati i defibrillatori e si sono tenuti i corsi per il loro opportuno utilizzo. Altri gruppi di Campofiorenzo e Galgiana si stanno adoperando per organizzare corsi certificati.

Dario Brambilla  - Assessore al Bilancio

Riqualificazione della sala civica di Campofiorenzo

Nelle scorse settimane è pervenuto il parere favorevole della Sovrintendenza per il progetto di riqualificazione della sala civica di Campofiorenzo, attualmente sede del Centro anziani.
Raccogliendo anche la sensibilità dei residenti, l'Amministrazione ha deciso di investire su questa struttura perché mantenga la sua funzione di spazio pubblico a servizio della frazione.
Le risorse sono state messo a bilancio sull’annualità 2016.
A breve il progetto verrà trasmesso in Provincia per la gara di affidamento dei lavori.

Villa Mariani - nuova vita con l'Associazione "Musica e Canto"

Come abbiamo anticipato in agosto, l’Amministrazione comunale di Casatenovo ha stipulato con l'Associazione "Musica e Canto" una convenzione della durata di 2 anni per la gestione e programmazione culturale all’interno del complesso di Villa Mariani.

Il 24 e 25 settembre la Villa sarà aperta al pubblico per poter visitare l’esposizione “Penelope ed Ulisse: l’attesa ed il viaggio” nella quale saranno esposte le opere di Silvio Vigliaturo, Max Marra e Pieralberto Filippi.
Sabato 24, ore 20.30, e domenica 25, ore 16, inoltre sarà portato in scena lo spettacolo “Ma è proprio amore” della Compagnia Stabile Carossia con cui l’Associazione vuole presentarsi alla cittadinanza casatese.

Per ogni ulteriore informazione, relativa a spettacoli in programma e corsi che verranno attivati dal mese di ottobre, vi invitiamo a consultare il sito: www.centroteatralevillamariani.eu

Il nuovo Parco dei Colli Briantei riparte da qui

12 luglio scorso, nella sede del Parco Regionale della Valle del Lambro, i Sindaci dei Comuni di Arcore, Camparada, Casatenovo e Usmate Velate e il Presidente del Parco hanno sottoscritto una convenzione tra i Comuni aderenti al PLIS Colli Briantei ed il Parco regionale.

Questo documento è un passo avanti importante perché consentirà al Parco dei Colli Briantei di gestire il territorio con la competenza delle strutture di un grande Parco regionale e, al contempo - grazie allo strumento del Comitato del PLIS - preservando la capacità di restare vicino ai cittadini e alle associazioni che lo abitano e lo vivono; una caratteristica che il PLIS dei Colli Briantei ha voluto valorizzare sin dall'inizio del suo percorso.

Questa cooperazione garantirà una migliore gestione amministrativa, renderà più rapido l'iter progettuale delle opere messe in cantiere e, soprattutto, permetterà con maggiore efficacia di partecipare a bandi regionali ed europei destinati alle aree protette e alla tutela ambientale, senza maggiori costi per le casse comunali.

Per noi è il traguardo importante di un percorso che ha portato Casatenovo ad aderire ad una realtà già esistente nella Provincia di Monza e Brianza. Ora il PLIS ha un carattere interprovinciale, offre a Casatenovo un’altra occasione di collaborazione che va oltre il confine lecchese e conferma – in relazione al tema delle Aree vaste - l’omogeneità del nostro territorio con la Brianza monzese.

Condividi contenuti